Musica Fatata

Gli Elfi sono conosciuti e apprezzati da tutto il Piccolo Popolo per le loro grandi doti artistiche. Sono infatti ottimi danzatori, poeti, musici e abili narratori. La loro musica proviene da strumenti incantati, in grado di stregare gli uomini.
Se vi capita di trovarvi ad ascoltare per caso un Elfo che canta e suona al chiaro di luna, state sicuramente vivendo un' esperienza unica e indimenticabile.
Prestate comunque attenzione, potreste infatti essere in grave pericolo perchè la musica degli Elfi e delle Fate può far perdere la ragione agli uomini.
Gli Elfi suonano una grande varietà di strumenti: violino, arpa, tamburello, lira, cembalo e scacciapensieri.
Froud, nel libro "Fairies", afferma che molte arie e canzoni note in tutto il mondo sembrano trarre origine dalle musiche delle melodie elfiche e fatate.
Belle e struggenti allo stesso tempo, le musiche degli Elfi hanno sempre un tono triste e malinconico.
Le melodie delle Fate e degli Elfi musicisti, esercitano un fascino fatale sui mortali.
Una malinconica aria elfica può cullare l'ascoltatore in un sonno infausto; nel migliore dei casi può trascinarlo in un triste oblio in cui sentirà per sempre la vaga musica struggente, costante presenza dell' irraggiungibile.
Morgan Gwilym, che vide le Fate e gli Elfi, udì la loro musica spegnersi in lontananza, fu in grado di ricordarsi solo (per fortuna) le note finali.
Mentre alcuni Elfi suonano, altri si lanciano nelle danze, ruotando in cerchio, come fanno le Fate, gli Elfi saltano e si contorcono in una sorta di turbinio selvaggio.
Per gli uomini è sempre consigliato tenersi alla larga: le danze degli Elfi possono provocare agli incauti e ai curiosi una malattia devastante.
In Irlanda si pensa che il suono della lira degli Elfi faccia sbocciare i fiori.
In Norvegia è invece diffusa la credenza che quando il vento fa volare i petali dei fiori e le foglie degli alberi in modo improvviso, un Elfo è sicuramente seduto nelle vicinanze e sta suonando una dolce melodia.

Fonti : "Fate, Gnomi Folletti del Bosco Incantato"

Artwork © Erlè Ferroniere

Back

Per scrivermi Clicca » qui

HOME