Notte di Fate

Sorgi o Luna, tramonta Sole…
sbocciano dall’oscuritŕ con pallido tremore.
Tutto č notte, tutto č incanto
quando al calar del Confine,
solo per una notte,
intonano un canto.
Soavi come fiammelle danzano gemelle
al cospetto di una Dea allor cara
e mai rča.
Hanno la notte come manto per difendersi
dall’oscuro,
stelle per guardare e raggi lunari sulla pelle.
La natura č loro casa,
ed il posto tra il sonno e la veglia ne č il regno.
Quando il cielo si oscura e di mille frantumi si gremisce
lor scendono beate da ancor chi le concepisce.
Cuore nobile, cuor di fanciullo…
con tenue sospiro accendono sogni e spengono il vigore ,
vegliando su di noi
sino al sorgere del nuovo tepore.

©Valice1984
***
©Valice1984
Il Blog di Valice 1984 :
http://lunastorta1984.spaces.live.com/

La Radura Incantata... I Believe in Fairies


 

 

 

 

 

 

 

LE VOSTRE BELLISSIME POESIE

Per scrivermi Clicca » qui

HOME